Presentazione di Office365 al Microsoft Innovation Campus

Scritto il 22 novembre 2011 @ 16:53:54


Sono stato invitato ad una presentazione della suite Office365 all’interno del nuovo e bellissimo Microsoft Innovation Campus di Peschiera Borromeo (MI).

Sono stato accolto  da  Vieri Chiti – responsabile della divisione Office System  - ,  Roberta Bertolotti  - PR Manager – entrambi di Microsoft Italia e da Luca Di Marco di Kagakure – che si occupa delle Digital PR per Microsoft –  .

Il pubblico era costituito da 6 fra blogger o (come me) rappresentante di azienda che lavora nel cloud in tutte le salsa (IaaS, PaaS , SaaS)  come Office365.

La presentazione ha sottolineato le caratteristiche principali della suite Office365, che ho trovato molto interessanti ma della quale mi riservo di dare un giudizio più meditato dopo aver fatto un giro di prova nei prossimi giorni.

Nel 2011 gli utenti dichiarati in Italia sono oltre 100.000, non si sono sbilanciati riguardo a previsioni per il 2012.

La piattaforma alla quale Office365 sta “catturando” utenti è soprattutto Lotus Notes.

I data center che ospitano Office365 sono 4.  Due negli Stati Uniti, uno in Asia e quello europeo si trova in Irlanda.

La continuità di servizio garantita è del 99,9%, nel caso questa percentuale dove essere scendere entro il 95% Microsoft si impegna a restituire quota parte del canone, se questa percentuale dovesse essere inferiore al 95% sarà restituita l’intero canone.

Tour all’interno dell’Innovation Campus

Un tuffo in un altra dimensione.

Sala Xbox, palestra, asilo, biliardi in sala mensa, pizza corner sono gli spazi che mi sono rimasti più impressi.

Inoltre nessuno possiede una propria scrivania, ma questa viene assegnata in base al giorno, il team ed il progetto di appartenenza in quello specifico momento.

All’inizio tutto questo è stato vissuto come una novità forte, adesso con il tempo iniziano a farci l’abitudine.

Direi che tutto sommato l’esperienza, anche se non del tutto inerente al mio ruolo in azienda, è stata molto positiva.

Sopratutto vedere che anche in Italia iniziano ad affermarsi realtà che tengono in considerazione la qualità dell’ambiente di lavoro, cosa che fino ad ora era riservata a popoli di altre latitudini,  è una bella soddisfazione e mi inorgoglisce.

Share

Commenti

  1. You’ve rlaely helped me understand the issues. Thanks.

Lascia un commento