Vivido diventa partner Sophos

Scritto il 22 luglio 2011 @ 11:05:38


Vivido è dal mese di luglio partner Sophos.

Possiamo quindi fornirvi tutte le soluzione di sicurezza a listino Sophos.

Potete consultare le features dei prodotti direttamente dal sito Sophos Italia    

Share

Panda Security informa: 30 milioni i Pc infetti per colpa di falsi antivirus.

Scritto il 15 ottobre 2008 @ 12:03:04


14 ottobre 2008. Non c’è nulla di nuovo e non c’è nulla di orginale, quello che è certo però che le infezioni causate dai falsi antivirus stanno crescendo a livello esponenziale. Secondo i Laboratori di Panda Security siamo arrivati a 30 milioni di utenti colpiti da questa nuova ondata di falsi antivirus. La questione più preoccupante è che il 3% di questi rendono noti i propri dati e comprano un prodotto per eliminare i codici maligni dal Pc, senza riceverlo mai. Ad una media di 49,95 di euro, si può stimare un giro di affari dei cyber criminali di oltre 10 milioni di euro al mese. 

La dinamica è semplice. Gli autori hanno creato più di 7 mila varianti di un nuovo adware che vengono distribuite via Internet. Gli utenti possono entrare in contatto con questi codici maligni in diversi modi: navigando in siti riservati ad un pubblico adulto, scaricando file di rete condivisa peer to peer o che sfruttano le vulnerabilità del sistema. Ci sono anche esemplari che manipolano la pagina iniziale di Google. Il meccanismo di tutte le varianti è sempre lo stesso: avvisano l’utente che il suo computer è infetto e cominciano ad apparire sul desk finestre di dialogo che non consentono nessun tipo di azione. Questa tattica è stata studiata per spaventare l’utente, utilizzando per esempio “vermi che mangiano lo schermo”, fino al punto che non si ha altro rimedio che cliccare sul bottone “compra”. Nel processo di acquisto vengono richiesti i dati personali e si pensa di comprare il prodotto antivirus capace di risolvere il problema. L’utente è ulteriormente ingannato dal fatto che i software messi in vendita sono quelli di aziende note.

Share

Panda Security diventa maggiorenne!

Scritto il 10 luglio 2008 @ 15:24:46


L’azienda compie 18 anni di attività ad alto livello nel settore della sicurezza informatica.

03 luglio 2008. Fin dalla sua nascita nel 1990, la società fondata da Mikel Urizarbarrena si è contraddistinta per lo sviluppo di tecnologie più innovative ed efficaci, posizionandosi come azienda all’avanguardia nell’industria della sicurezza IT.

Panda Security nasce in Spagna come una piccola società con lo scopo di provvedere ai bisogni di sicurezza del mercato locale contro i rari virus esistenti allora.

Tuttavia, poco dopo, Panda intraprende un ambizioso progetto di internazionalizzazione che la porta a diventare una multinazionale, consolidando la sua presenza attraverso un sistema di filiali e country partner. Al momento, progetta di acquisire alcune di queste ultime per trasformarle in nuove filiali ed unirle a quelle già presenti in USA, Spagna, Francia e Giappone.

“Panda Security è la principale società di software di sicurezza in Europa, e quarta a livello mondiale. Siamo presenti in 56 paesi con clienti in più di 200 mercati e i nostri prodotti sono tradotti in 23 lingue. Inoltre, vogliamo entrare nel mercato azionario entro tre anni e, per farlo, abbiamo progettato un piano di sviluppo che si estende fino al 2010”, spiega Juan Santana, CEO di Panda Security. “Siamo diventati i protagonisti principali di un mercato globale molto competitivo”.

Nel 2007 la società cambia nome, da Panda Software a Panda Security per rispecchiare al meglio il suo impegno nell’offrire sicurezza globale. Inoltre, prestigiosi gruppi di investimento, come Investindustrial e Gala Capital, e più tardi HarbourVest e Atlantic Bridge Ventures, sono entrati a far parte del capitale azionario della società.

Panda Security è stata capace di adattarsi ai vari cambiamenti della dinamica del malware: dai primi anni, quando erano presenti solo pochi virus creati da giovani programmatori in cerca di notorietà, alla comparsa della mafia in Internet, il cui unico scopo è rubare soldi. La società ha sempre offerto una risposta efficace ai bisogni di protezione degli utenti.

Panda riesce ad essere sempre un passo avanti rispetto agli ideatori di minacce grazie al suo modello di sicurezza: l’Intelligenza Collettiva.

Come afferma Juan Santana: “in questi 18 anni siamo stati in grado di anticipare i cyber criminali. La società si è sempre impegnata nell’innovazione posizionandosi all’avanguardia nel mercato della sicurezza. Tutto ciò si traduce in tecnologie rivoluzionarie e modelli di protezione offerti ai nostri clienti tramite le nostre soluzioni”.

Panda Security è sempre stata consapevole dell’importanza di far comprendere agli utenti la necessità di avere PC protetti prendendo parte ad importanti iniziative come le campagne Internet Security, organizzate dall’Associazione spagnola degli utenti Internet, oppure, più recentemente, ad Infected or Not (http://www.infectedornot.com), che ha lo scopo di aumentare la consapevolezza circa l’attuale situazione del malware.

Share

Relay secondario

Scritto il 12 giugno 2008 @ 10:33:47


Il servizio, valido un anno ed erogato da Vivido in modalità  ASP (Application Service Providing),è un sistema, comprensivo di antispam ed antivirus, per il backup temporaneo o lo store & forward della posta elettronica e fornisce continuità alla posta Aziendale.

Il backup temporaneo o lo store & forward del traffico e-mail consolidano il servizio di posta elettronica rendendolo più sicuro, affidabile ed efficiente.

 

Continuità: Quando il server di posta risulta irraggiungibile (per guasto o per manutenzione), la posta viene ricevuta dal MX secondario, che la inoltra al server di posta non appena esso torna disponibile.

 

Antispam: gli spammer prediligono inviare il loro traffico agli MX secondari.

ciò permette di risparmiare risorse e soprattutto occupazione di banda sul server di posta principale, dato che lo spam rappresenta solitamente oltre il 90% delle mail in ingresso.

 

I controlli antispam sono customizzabili con inserimento di whitelist e balcklist secondo le esigenze del cliente.

 

Il relay secondario effettua anche controlli antivirus ed antiphishing.

 

Le protezioni antivirus e antispam garantiscono l’integrità  del sistema informativo aziendale e consentono il migliore impiego delle risorse per le attività  produttive

 

.

Share